Alla ricerca di un cucciolo di Cavalier King

Alla ricerca di un cucciolo di Cavalier King

Se avete scelto che il vostro cucciolo sarà un Cavalier King in questo articolo troverete tutto ciò che si deve sapere prima di iniziare la ricerca.
Con la recente Legge di Ratifica ed esecuzione della Convezione europea per la protezione degli animali da compagnia (28/10/2010) si pensava che il traffico di cuccioli diventando un reato potesse essere sconfitto, ma fino ad oggi, la situazione non è cambiata, continuando ad essere importati ogni giorno cuccioli dall’est che solo il 50% di loro arrivano vivi e non vi è nessuna garanzia che siano sani.
In molti casi i prezzi più bassi rispetto a quelli degli allevamenti o di allevatori privati, la clausola di sostituzione del cucciolo in caso di morte, così il proprietario se non vuole perdere i soldi versati è obbligato a prenderne un’altro in cambio e a non fare denuncia celano dietro molti problemi.
In genere per due motivi si sbaglia nell’ impostare la ricerca dell’allevamento:

  • la premura di avere il prima possibile il cucciolo,
  • l’aspetto economico

Alcune malattie e tare genetiche si manifestano solo dopo l’anno di età del cucciolo, quando denunciare non è più possibile e solo pochissimi hanno la forza di affrontare le spese giudiziarie di una causa, quando questa è possibile, perchè ci sono allevatori furbi e spesso ci si ritrova con un pugno di mosche in mano, senza nessun documento valido per avviare una causa.
Inoltre c’è il discorso di chi pensa di fare un’opera di bene, con la frase “che fine farebbe altrimenti quel povero cucciolo di Cavalier king?”
Ma nessuno considera la legge della domanda e dell’offerta: se nessuno li comprasse i traffici verrebbero stroncati.
Il punto di partenza nella ricerca di un cucciolo di Cavalier king deve essere la SALUTE e ogni cane ha il diritto di nascere sano e chi li alleva deve fare di tutto per garantirlo, ma anche chi compra ha le sue responsabilità, quindi se a livello affettivo sono tutti uguali il pedigree insieme ai certificati ufficiali sulle principali malattie possono dare una garanzia sulla selezione che è stata fatta da un allevatore coscienzioso e affidabile.
Per scegliere bene è necessario essere informati,questa è l’unica arma al momento che abbiamo a disposizione per salvaguardare la salute della razza del cavalier king, per dimostrare di amarla veramente, per avere accanto a sé un cane felice deve essere SANO, perchè nessun cavalier king malato potrà essere felice e vi potrà rendere felici.
Quando contattiamo un allevatore sicuramente ci darà numerose informazioni ma occorre porgli le seguenti domande alle quali dovranno seguire risposte esaurienti e precise:

  • Il cucciolo è nato nell’allevamento?
  • A che età viene ceduto?
  • Seguirà la profilassi vaccinale?
  • I genitori sono in allevamento?
  • Sono visibili?
  • Sono stati eseguiti i controlli su cuore, occhi e rotule con certificati ufficiali FSA su entrambi i riproduttori?

Vi ricordo che i referti cardiaci e delle oculopatie non devono avere più di 12 mesi e non affidatevi solo alle parole ma chiedete di farvi visionare i certificati in originale e  consegnare una copia.

  • A che età sono stati messi in riproduzione i genitori? e quante cucciolate fa la femmina in un anno?

Un buon allevatore è colui che alleva una o al massimo due razze con non più di 5 fattrici per razza, esclude dalla riproduzione i soggetti che sono risultati affetti da qualsiasi patologia ereditaria della razza o che presentano difetti, ogni femmina viene fatta riprodurre soltanto una volta l’anno, frequenta le esposizioni e tiene con sè i cani che ormai anziani vengono messi “in pensione”.

Per saperne di più sui nostri cuccioli vi consigliamo di leggere questa pagina