Il prezzo di un cucciolo di Cavalier King

Il prezzo di un cucciolo di Cavalier King

Il prezzo di un cucciolo di Cavalier King

Il prezzo di un cucciolo di Cavalier King

 

Nel web ci sono parecchie domande riguardanti il prezzo di un cucciolo di  cavalier king charles spaniel vediamo di fare un pò di chiarezza.
Partiamo dalla considerazione che i Cavalier king iscritti al registro dell’ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana) nel 2002  erano 394 mentre nel 2015 sono 1162 e nel 2016 sono 1559.
I numeri sono nettamente aumentati perché il Cavalier è un ‘cane di moda’,  queste  statistiche sono solo quelle relative ai Cavalier King acquistati con pedigree da aggiungersi quelli acquistati senza che non possono definirsi di pura razza ma al pari di un meticcio in quanto non vi è nessun documento che lo attesti.
Il Cavalier è quindi purtroppo, ad oggi, un cane di moda, che sia importato dall’est oppure prodotto in allevamento amatoriale o professionale, rispetto al passato quando le cucciolate e gli allevamenti erano veramente pochi, quindi : da una parte abbiamo gli allevatori che allevano da decenni che hanno mantenuto gli stessi prezzi ‘alti’ perché garantiscono una selezione e  sull’esenzione da patologie ereditarie tipiche della razza, dall’altra ci sono gli ultimi arrivati improvvisati a causa della moda,  coloro che una volta che la moda sarà finita finiranno di allevare Cavalier scomparendo perché non avranno più guadagni.
Un Cavalier mediamente ha un prezzo che si aggira tra i 1500 ed i 2000 €, raramente più di 2500 €.
Un cucciolo a 75 giorni non può essere garantito un soggetto da esposizione, ma può essere solo “promettente”, poichè l’allevatore non potrà mai nè avere la certezza nè dare la garanzia al 100%, per questo chi cerca cani da esposizione deve aspettare almeno che abbiamo compiuto i sei mesi di età per andare sul sicuro, ovviamente il costo per un soggetto più adulto e da esposizione sarà molto maggiore rispetto ad un cucciolo promettente o da compagnia.

 Che cosa è il Pedigree e quanto costa?

Il pedigree è il certificato di iscrizione del cucciolo al registro del Libro delle Origini (LOI).
In esso sono riportati i dati anagrafici del cane, gli eventuali passaggi di proprietà e le quattro generazioni precedenti.
Ma quanto costa veramente un pedigree? Basta visionare il sito dell’ENCI per sapere il costo che sostiene l’allevatore a questo indirizzo: http://www.enci.it/media/2250/tariffeistituzionali.pdf
L’allevatore, per garantire il pedigree ai cuccioli, deve presentare il Modello A entro il 25° giorno di nascita della cucciolata, e il Modello B entro il compimento del 90° giorno dei cuccioli.
Riepilogando per una cucciolata l’allevatore dovrà sborsare per:

  • il modello A: 14,50€ per l’intera cucciolata, più 10,00 € di diritti di segreteria,
  • il modello B: 20,00€ per ogni cucciolo iscritto a nome dell’allevatore, più i sopra menzionati 10,00 € di diritti di segreteria complessivi.

E’ quindi palese come non sia ammissibile una differenza di cifra per lo stesso cucciolo con o senza pedigree, e sopratutto che l’allevatore non preveda di fornire di pedigree i propri cuccioli, qualora i genitori ne siano provvisti.
C’è da ricordare che l’allevatore al 25° giorno nel modello A deve dichiarare il numero complessivo di cuccioli nati vivi, e lo stesso numero di cuccioli dovrà figurare anche nel modello B, pena il rischio di incorrere in controlli da parte dell’Ente stesso.
Quindi il pedigree non si può predisporre “a richiesta” in base alla scelta dell’acquirente, ma va programmato per tempo, già dai primi giorni dopo la nascita.